ZONE ROSSE ABRUZZO: “ORDINANZE REVOCATE DOPO 72 ORE, BASTA CON POLITICA DELL’IMPROVVISAZIONE”

27 Febbraio 2021 13:00

L'Aquila: Politica

L’AQUILA – “Un’ordinanza firmata poco più di 72 ore fa, costituita principalmente da errori macroscopici di valutazione. Revocate la quasi totalità delle zone rosse istituite in Valle Peligna”.

Lo puntualizza, in una nota, il consigliere regionale Marianna Scoccia, a seguito dell’ordinanza con la quale il presidente della Regione, Marco Marsilio, ha revocato la zona rossa per 4 comuni della provincia dell’Aquila – Campo di Giove, Cansano, Ortona dei Marsi, e Roccacasale – istituita 72 ore prima.

“I Sindaci dei Comuni interessati dalle misure restrittive hanno appreso del provvedimento solo a seguito della pubblicazione dell’atto sul sito istituzionale della Regione, mentre commercianti e cittadini cominciavano già a chiedere, giustamente, spiegazioni e delucidazioni. Ritengo che questa ordinanza di revoca sia l’esito di una pericolosa ed intollerabile politica dell’improvvisazione che mette in seria difficoltà cittadini e amministratori locali già stremati dalla crisi economica e sanitaria”.

“È un fatto acclarato e fonte di non poca preoccupazione lo scarso confronto e la carente interlocuzione intercorsi tra Regione e le Istituzioni territoriali. Lascia basiti il fatto che un presidente di Regione firmi provvedimenti restrittivi in totale discrepanza con i dati sanitari relativi ai territori interessati. Mi auguro che si il Governo regionale metta presto fine alla politica dell’ improvvisazione”, conclude Scoccia.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: