• Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

COSTA DEI TRABOCCHI: ''LABORATORI'' DI LAVORO TRA OPERATORI ED ENTI

Pubblicazione: 25 febbraio 2019 alle ore 16:16

CHIETI - Un laboratorio aperto tra operatori del luogo, sui temi sviluppo turistico e qualificazione ambientale, per costruire la destinazione "Costa dei Trabocchi": è l'evento "Verso il contratto di Costa: priorità e sfide", a Vasto giovedì 28 febbraio e venerdì 1 marzo, a Palazzo D'Avalos dove contestualmente sarà inaugurata la sede del Gal (Gruppo azione locale) 'Costa dei Trabocchi', sotto l'egida del "Costa dei Trabocchi Lab".

Un progetto di consultazione degli attori locali, articolato in 4 sessioni tematiche e 15 tavoli di lavoro, per meglio orientare la strategia del 'contratto di Costa'. Il programma è stato presentato a Chieti dal vice presidente vicario della Camera di Commercio di Chieti Pescara Lido Legnini, dal presidente del Gal Costa dei Trabocchi Roberto Di Vincenzo e dal direttore del Flag Valerio Cavallucci.

"Stiamo costruendo un partenariato con tutti gli attori che si occupano di questa destinazione - ha detto Legnini - Regione, Provincia di Chieti, Camera di commercio e società partecipate".

"Questo partenariato, che firmeremo da qui a qualche settimana - ha proseguito Legnini - si chiama 'Contratto di Costa' ed è innanzitutto un tavolo di concertazione, ci aspettiamo approfondimenti su varie tematiche sia riguardo al turismo sia all'ambiente. L'evento si inserisce in una politica che Camera di commercio, con Gal e Flag Costa dei Trabocchi, porta avanti da alcuni mesi.

I protagonisti del Contratto di Costa sono Camera di Commercio, che lo ha proposto, Gal e Flag, Provincia di Chieti, titolare della realizzazione della pista ciclabile, e Regione, finanziatore insieme ai Comuni interessati: la pista attraversa 8 Comuni e i Comuni devono assolutamente dialogare". In Italia, per Di Vincenzo, uno dei problemi è la "mancanza di prodotto, si fa tantissima promozione, ma pochissima costruzione di prodotto.

La promozione del singolo Comune non serve perché di piccoli Comuni è piena l'Italia, mentre di luoghi che siano destinazioni ce ne sono pochi. La destinazione non è solo un nome che unisce una serie di Comuni, è un prodotto unitario: significa sviluppare, ad esempio, un piano colore comune di tutta la costa, un'identità per cui la segnaletica sia omogenea".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui