CAMBIAMENTI CLIMATICI: L’AQUILA SCELTA PER RAPPRESENTARE L’ITALIA A CONVENTION EUROPEA

3 Aprile 2024 12:38

- Cultura

L’AQUILA -La città dell’Aquila è stata selezionata per rappresentare l’Italia nel Campionato Europeo di Hackathon dei Cittadini “EU Sparks per il cambiamento climatico”, il primo campionato di hackathon di valorizzazione della conoscenza per coinvolgere i cittadini nella ricerca di soluzioni al cambiamento climatico.





Per coinvolgere più cittadini nella ricerca e nell’innovazione sui cambiamenti climatici, la DG Ricerca e Innovazione della Commissione Europea ha lanciato il primo Campionato europeo di Hackathon dei cittadini. Questa nuova azione promuoverà soluzioni al cambiamento climatico guidate dai bisogni dei cittadini e co-create con i cittadini, insieme all’industria, alle città, alle regioni, alle pubbliche amministrazioni e, naturalmente, alle comunità di ricerca. Sosterrà inoltre la missione dell’UE sulle città climaticamente neutre e intelligenti e la missione dell’UE sull’adattamento ai cambiamenti climatici, a cui L’Aquila partecipa attivamente, per consentire ai cittadini di plasmare il futuro, mitigando e adattandosi ai cambiamenti climatici.

La prima fase sarà costituita da una serie di hackathon locali lanciati in almeno 21 nazioni europee: team composti da cittadini e ricercatori competeranno per le migliori soluzioni alle sfide del cambiamento climatico. Le squadre vincitrici saranno formate e guidate attraverso un programma appositamente sviluppato per sviluppare ulteriormente le loro idee e prepararle per competere alla finale europea.





“Siamo molto soddisfatti che L’Aquila sia stata selezionata per rappresentare l’Italia in questo evento, a testimonianza dell’impegno che si sta portando avanti con le diverse iniziative legate alla lotta al cambiamento climatico” dichiarano il Sindaco Pierluigi Biondi e l’Assessore all’Ambiente Fabrizio Taranta. Nei prossimi mesi verrà resa nota la data dell’hackathon a cui sono invitati a partecipare tutti i cittadini.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: