M5S, FONTI: REGOLA DUE MANDATI RESTA, “RECALL” SOLO PER MERITI

29 Marzo 2021 17:52

ROMA – La modifica della rigida regola del tetto ai due mandati nel M5s passerà da una modifica allo Statuo: “quella è la strada maestra” e “solo se non si riuscisse così, si passerebbe all’extrema ratio” ,quella della rifondazione del M5s nell’alveo di una nuova associazione, presieduta da Giuseppe Conte, con nuove regole.

Lo spiega una fonte M5s vicina ai vertici del Movimento confermando che la direzione che i 5 stelle guidati dall’ex premier intendono seguire per la ricandidatura dei parlamentari sarà quella della riconferma della regola del secondo mandato che “diventa terzo solo per meriti particolari”. Meriti che potrebbero essere quelli di aver ricoperto determinati ruoli come “cariche” o altro: di certo “non si possono trattare allo stesso modo” parlamentari che non si siano distinti per l’impegno profuso per il Movimento nell’arco delle due legislature. Si tratterà, insomma, di un utilizzo in senso “positivo” dello strumento del “recall”.

“C’è chi sperava che Conte potesse cancellare del tutto la regola dei due mandati” ma “meno si rompe, meglio è” viene sottolineato. Anche perché nel frattempo sull’argomento è intervenuto anche Beppe Grillo: “Lo ha fatto perché crede in quello che ha detto: Grillo non vuole rendite di potere e si è assunto così anche la responsabilità” del percorso che verrà intrapreso.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: