MAXI DONAZIONE DI OLTRE 286MILA EURO PER I REPARTI PEDIATRICI DELL’OSPEDALE DI PESCARA

16 Aprile 2024 14:05

Pescara - Sanità

PESCARA – Si è tenuta questa mattina, martedì 16 aprile 2024,  nella Sala Riunioni della Direzione Generale della Asl di Pescara la conferenza stampa dal titolo “Una donazione esemplare per i reparti pediatrici dell’Ospedale di Pescara”, cui sono intervenuti l’Assessore alla Salute della Regione Abruzzo Nicoletta Verì, il Sindaco del Comune di Montesilvano Ottavio De Martinis, il Direttore Generale ASL Pescara Vero Michitelli, il Direttore Amministrativo aziendale Francesca Rancitelli ed i Direttori dei tre raparti pediatrici dell’Ospedale di Pescara, Maurizio Aricò UOC Pediatria, Susanna Di Valerio UOC Neonatologia TIN e Nido, Gabriele Lisi UOC Chirurgia Pediatrica.

La conferenza stampa di oggi ha celebrato una delle donazioni più generose mai ricevute dalla ASL di Pescara. Un gesto nobile, reso possibile grazie alla mediazione del Sindaco di Montesilvano (Pescara), Ottavio De Martinis, e alla dedizione degli esecutori testamentari: Febo Nicola Di Medio, Luana Giansante, Aldo Annibaldi, tutti presenti all’evento. Protagonisti di questa storia sono Sergio Annibaldi e Alda Lanciotti, una coppia originaria dell’Emilia Romagna ma da tempo residente a Pescara. Attraverso il loro testamento, hanno espresso la volontà di donare all’Ospedale di Pescara il ricavato della vendita della loro villa.

Un lascito testamentario dal valore di 286.968,49 euro, con cui gli esecutori del lascito hanno acquistato apparecchiature medicali di ultima generazione. Strumenti preziosi che già sono in uso nei reparti pediatrici dell’Ospedale di Pescara, garantendo diagnosi e cure più precise e tempestive ai piccoli pazienti. Rispettivamente, la UOC Neonatologia TIN e Nido è stata dotata di: -Un Ventilatore Meccanico – un Videolaringoscopio – 8 Monitor Multiparametrici –  Lampade per fototerapia. La UOC Pediatria è stata dotata di: Una Colonna Endoscopica Pediatrica Olympus -Un Sistema EEG. La UOC Chirurgia Pediatrica ha ricevuto: Un sistema per Urodinamica 3 Monitor Multiparametrici – Una piattaforma Ecografica V7 Samsung.





“Il ventilatore meccanico” – ha spiegato la dr.ssa Susanna Di Valerio – “viene utilizzato in caso di insufficienza respiratoria del neonato ed è una macchina che respira al suo posto. Il videolaringoscopio permette di intubare anche nel caso di intubazioni molto difficili, quindi nel caso di neonati molto piccoli o con malformazioni del massiccio-facciale, e di neonati con anomalie genetiche. I Monitor Multiparametrici vanno ad evidenziare frequenza cardiaca, frequenza respiratoria, pressione arteriosa invasiva e non invasiva, elettrocardiogramma, e sono  utilissimi nelle Terapie Intensive perché permettono, in maniera rapida, di vedere tutti i parametri”. La dr.ssa Di Valerio ha inoltre menzionato le due lampade per fototerapia ricevute: “vengono utilizzate sia in Neonatologia sia al Nido per ridurre il valore di bilirubina, una delle patologie più frequenti in epoca neonatale”.

Le donazioni per la Pediatria sono state illustrate dal dr. Maurizio Aricò: “La colonna endoscopica pediatrica è un apparecchio utilizzato per la diagnostica delle malattie esofago-gastro-intestinali, tra cui le malattie infiammatorie croniche intestinali, quali Rettocolite ulcerosa e M. Crohn. L’attività di endoscopia digestiva pediatrica permette, inoltre, di risolvere le rare urgenze rappresentate dalla ingestione delle temibili “disk-battery” che costituiscono una vera emergenza con potenziale di intossicazione grave. Il nostro gruppo rappresenta il riferimento in regione in ambito pediatrico.

” Importante anche la disponibilità di una strumentazione dedicata alla registrazione EEG-grafica. “È certamente un vantaggio – ha spiegato Aricò –   in termini di diagnosi agevolata e  mirata alle peculiarità delle malattie neurologiche del bambino, con particolare riferimento alle epilessie e ai disturbi parossistici del movimento, nonché alle alterazioni transitorie dello stato di coscienza, che necessitano di  diagnosi differenziale con le crisi convulsive e che rappresentano un frequente motivo di ricovero, oltre che di particolare preoccupazione da parte dei genitori.” Grazie all’imponente donazione la Chirurgia Pediatrica, oltre ai Monitor Multiparametrici già illustrati dalla dr.ssa Di Valerio, ha ricevuto un sistema per Urodinamica ed una Piattaforma Ecografica. “La piattaforma ecografica – ha spiegato il prof. Gabriele Lisi – “è un ecografo di fascia medio-alta e servirà per la diagnostica ecografica di tutti i bambini dell’Ospedale, non solo afferenti all’Ambulatorio di ecografia pediatrica ma anche per le ecografie dei bambini che afferiscono dal Pronto Soccorso pediatrico o dall’Oncoematologia pediatrica.”





Il prof. Lisi ha illustrato anche l’utilizzo dello strumento per l’Urodinamica: “Serve per lo studio non invasivo delle disfunzioni vescicali che sono disfunzioni piuttosto frequenti soprattutto nelle bambine e nelle adolescenti e per lo studio non invasivo dei bambini operati sul basso apparato genitale maschile. Permette di acquisire informazioni utili alla gestione terapeutica di questi bambini senza dover ricorrere a delle indagini invasive che presuppongono il posizionamento di cateteri o esami più invasivi. Serve anche per effettuare la riabilitazione del pavimento pelvico in età pediatrica di cui la UOC Chirurgia Pediatrica di Pescara è Centro di riferimento regionale”.

La conferenza stampa si è aperta con i saluti del Direttore Generale della ASL di Pescara, Vero Michitelli, seguito dagli interventi del Sindaco di Montesilvano, Ottavio De Martinis, dell’Assessore Verì, del curatore e degli esecutori testamentari. Un momento emozionante durante il quale è stata raccontata la storia di questa donazione e sottolineato il suo valore per i reparti pediatrici dell’Ospedale di Pescara. I Direttori Aricò, Di Valerio e Lisi hanno espresso la loro gratitudine per l’integrazione di queste nuove strumentazioni all’interno dei tre reparti, che va ad implementare le dotazioni già a disposizione.

Il Sindaco De Martinis ha affermato: “al di là della grande valenza della donazione, la mia grande gioia è quella di essere stato il tramite dei curatori testamentari, ai quali ho subito prospettato la possibilità di indirizzare la donazione per i reparti pediatrici dell’ospedale di Pescara. Realtà preziose per il lavoro che svolgono quotidianamente a favore dei bambini e che conoscevo già attraverso delle raccolte fondi effettuate in alcune manifestazioni organizzate dal Comune di Montesilvano.”

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: