CIMITERO PER ALTRE FEDI A L’AQUILA, SI: “UN ATTO DI GRANDE CIVILTA'”

6 Dicembre 2023 16:54

L'Aquila - Cronaca

L’AQUILA – “Una battaglia nella quale Sinistra italiana ha sempre creduto, e che ho seguito dal 2017 da consigliere straniero in nome del bisogno di una intera comunità straniera all’Aquila, per dare dignità a chi perde i propri cari in città: ora il Consiglio comunale ha dato il via libera nel nuovo regolamento polizia mortuaria a reparti speciali e separati per la sepoltura di cadaveri di persone professanti un culto diverso da quello cattolico concedendo più o o meno aree adeguate (quelle che nella legge regionale vengono chiamate ‘reparti speciali’) a comunità di stranieri o di altre fedi per la sepoltura di connazionali che ne fanno richiesta”.





Lo scrive in una nota Gamal Bouchaib del Circolo Sinistra Italiana L’Aquila.

“Il rito funebre islamico ad esempio prevede una consequenzialità di azioni precise che iniziano con un lavaggio particolare del corpo e finiscono con la deposizione del corpo rivolto verso la Mecca. La direzione è chiamata Qibla e punta verso la città Sacra di Mecca, nell’attuale Arabia Saudita. Un grazie va all’assessore al ramo Fabrizio Taranta, ai consiglieri Simona Giannageli e Lorenzo Rotellini per la delicatezza e la determinazione dimostrate nell’affrontare un tema che non porta voti ma che va a gestire dinamiche di diritti della comunità nel suo complesso inclusi le comunità straniere. Un risultato storico per una città sempre più accorta alle esigenze dei propri concittadini al di là della fede o credo religioso in un quadro di grande mutamento del nostro Paese”, conclude.





 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale



    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale




    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Commenti da Facebook

    RIPRODUZIONE RISERVATA
    Download in PDF©


      Ti potrebbe interessare:

      ARTICOLI PIÙ VISTI:


      Abruzzo Web