PATTINAGGIO AQUILANO IN LUTTO PER LA MORTE DI PASQUALE VOLPE

3 Ottobre 2019 10:46

L'AQUILA – È venuto a mancare la sera del primo ottobre all’Aquila, Pasquale Volpe, 85 anni, forza trainante e coinvolgente del mondo rotellistico abruzzese.

A darne il triste annuncio è la Fisr, Federazione italiana sport rotellistici.

La sua vitalità, l’intraprendenza, la disponibilità e la determinazione gli hanno permesso di ricoprire con successo numerose cariche nel mondo sportivo, cui ha dedicato gran parte della sua vita, prima da atleta e poi da tecnico e dirigente, si legge in una nota.

Negli anni ‘50 inizia la sua carriera come atleta di valore nazionale nella Società L’Aquila Rugby e successivamente nella Libertas L’Aquila dove è diventato anche allenatore, dando vita alla famosa scuola aquilana che ha sfornato tanti campioni, tra i quali il nostro Presidente Sabatino Aracu, profondamente turbato per la perdita dell’amico Pasquale.

In seguito negli anni 70 è stato istruttore nazionale federale, formando campioni di alto livello, oggi ai vertici dirigenziali Federali Nazionali ed Internazionali.






Nel 1982 assume la Presidenza della Società Circolo Pattinatori L’Aquila e, dallo stesso anno e fino al 1988, è stato Presidente del Comitato Provinciale de L’Aquila ed in seguito Presidente Regionale fino al 1993.

Nel 2000 è rieletto alla stessa Presidenza Regionale, carica che ricopre fino al 2016 quando lascia mantenendo la carica di Presidente onorario del Comitato Regionale FISR Abruzzo.

Nel 2008, in occasione dell’Assemblea Nazionale Ordinaria Elettiva svoltasi a Roma il 20 dicembre, riceve la prestigiosa medaglia d’oro, massima onorificenza federale, mentre dal CONI era stato insignito, negli anni, della Stella d'oro, d'argento e di bronzo.

Il Presidente, unitamente al Consiglio federale e a tutto il mondo rotellistico, esprimono le condoglianze e la vicinanza alla famiglia. 

I funerali si terranno questa mattina alle 11 presso la Chiesa di San Silvestro nell'omonima piazza del capoluogo abruzzese.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!