CUP ASL L’AQUILA NEL CAOS: SLITTA L’ORARIO DI CHIUSURA MA IN 70 VANNO VIA SENZA PRENOTARE

di Gianpiero Giancarli

21 Marzo 2024 08:36

L'Aquila - Cronaca, Sanità

L’AQUILA – Ancora malumori ed esasperazione degli utenti e degli operatori agli sportelli del Cup Asl dell’Aquila. L’altra sera attese insostenibili e superlavoro al punto che, cosa insolita, la chiusura è stata posticipata ad alcuni minuti dopo le 19: eseguite oltre 1300 operazioni  che non sono poche ma circa 70 persone sono andate via deluse perché non hanno potuto prenotare e pagare.





“Perché non vengono aperte tutte le casse?”, si chiedono alcuni utenti che si sono rivolti a questo giornale per manifestare la  loro posizione, “perché non ci sono più persone assunte? Perché è stato  cancellato dai biglietti il messaggio che si chiude alle 19?”.  Essi rilevano, inoltre,  che ci  sono lamentele soprattutto di  persone anziane.

“E poi ci sono anche pazienti che hanno gravi malattie da curare per cui sarebbe il caso di mettere mano al servizio dove non basta l’impegno degli addetti e la apprezzabile pazienza  della maggioranza  di noi utenti”. Segnalato anche il fatto che alcune volte il servizio si blocca per motivi tecnici.





Nonostante l’atmosfera pesante, infatti, non è stato necessario l’intervento della forza pubblica anche se sarebbe comunque gradita la presenza  fissa di guardie giurate. Nel calderone delle proteste non manca anche il problema vecchio di oltre dieci anni della scarsezza dei posti auto intorno al San Salvatore a fronte talvolta di utenti spesso anziani o comunque con problemi di deambulazione.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: