AVEZZANO: PRIMI PROFUGHI TRASFERITI DOPO VACCINAZIONI, ANCHE TURISTI DONANO GIOCATTOLI

31 Agosto 2021 09:27

L'Aquila: Cronaca

AVEZZANO – La catena della solidarietà verso i bimbi afgani e le famiglie in fuga dal regime talebano ospitati all’Interporto di Avezzano travalica i confini della Città: anche numerosi vacanzieri, infatti, hanno voluto far sentire la loro vicinanza ai profughi, come una famiglia campana in vacanza a Roccaraso che si è fatta un bel po’ di strada per raggiungere Avezzano e consegnare agli agenti giocattoli e biciclette da distribuire ai bambini afgani.

Nel frattempo, esaurita la fase degli arrivi, all’Interporto sono iniziate le partenze dei primi gruppi di profughi verso altre destinazioni. Via via il campo per l’accoglienza temporanea gestito dalla Croce rossa e dalla Protezione civile sarà svuotato.

“Questo è il Paese che ci piace, quello che si apre alla solidarietà verso chi, dopo aver collaborato per tanti anni con le istituzioni italiane in Afghanistan, ora è stato costretto a fuggire dalla propria realtà per evitare soprusi, violenze e sopraffazioni”, commenta il vice sindaco, Domenico Di Berardino, che stamattina ha guidato la carovana di automezzi della Polizia locale per la consegna degli altri giochi alla Croce rossa italiana, affinché li distribuissero alle decine di bambini che ancora affollano il campo allestito in tempi record all’Interporto.

All’interporto di Avezzano, allestito in fretta in un campo profughi, sono attualmente ospitati 1.330 afghani tra uomini, donne e bambini arrivati in negli ultimi quattro giorni.

Come è emerso da fonti della Croce Rossa, i vaccinati sono circa 700, numero destinato ad aumentare.

Secondo il piano di ridistribuzione, a mano a mano che avranno ricevuto la prima dose del vaccino contro il Covid, i profughi afghani verranno trasferiti in strutture prima regionali e poi extraregionali.  Quelle individuate sono Lecce nei Marsi e Cappelle dei Marsi, Montorio al Vomano, (Teramo). Ad Avezzano i profughi hanno ricevuto anche assistenza psicologica.

Commenti da Facebook
RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: