LA GRANDE INCOMPIUTA DOPO 8 ANNI E MEZZO POTREBBE FINALMENTE PARTIRE

MUNICIPIO L'AQUILA, A SETTEMBRE AL VIA
''DAVVERO'' I LAVORI DI RICOSTRUZIONE

Pubblicazione: 12 agosto 2017 alle ore 08:00

Palazzo Margherita
di

L’AQUILA - Partiranno a settembre, ben 10 mesi dopo la posa della prima pietra divenuta paradossale, i lavori di riparazione del municipio dell’Aquila di palazzo Margherita, una delle grandi incompiute della ricostruzione post-terremoto 2009.

La data dovrebbe essere quella del 4, primo lunedì del mese, al netto di eventuali scostamenti comunque al massimo di pochi giorni.

È l’esito di un incontro avvenuto nei giorni scorsi tra il nuovo sindaco del capoluogo, Pierluigi Biondi, il responsabile unico del procedimento, Mario Di Gregorio, e i rappresentanti delle ditte che eseguiranno l’opera, Samoa Restauri, Sepe Costruzioni e Digimastri Costruzioni, che si sono aggiudicate la gara da 11,7 milioni di euro con un ribasso del 26 per cento.

Finalmente sono state risolte le pendenze burocratiche che, nel corso del 2016, hanno portato ad annunciare per ben 6 volte, senza mai rispettarlo, l’avvio dei lavori, fino alla cerimonia di taglio del nastro in pompa magna rimasta poi del tutto disattesa.

Tra i fattori di rallentamento, il ritardo del Genio Civile a porre il visto sul progetto esecutivo, il cambio nella direzione lavori dal dirigente comunale Chiara Santoro al funzionario Mibact Maurizio D’Antonio, il passaggio dei sottoservizi con le polemiche per un presunto rischio che il tunnel sotterraneo avrebbe arrecato alle fondazioni e la necessità di revisione del progetto, le scosse di terremoto del 2017 che, tra l’altro, hanno aggravato la stabilità della struttura.

Il Municipio rappresenta una grave incompiuta anche e soprattutto perché i fondi sono disponibili già dal 2010, stanziati dall’allora commissario per la ricostruzione, l’ex presidente della Regione, Gianni Chiodi, ai quali si sono aggiunti, nel 2012, i 5 milioni della donazione di Federcasse Bcc.

LA STORIA DI PALAZZO MARGHERITA

Costruito nel XIII secolo, per quarant’anni e fino alla notte del 6 aprile 2009 palazzo Margherita è stato il “cuore” dell’amministrazione comunale, nonostante la Provincia ne rivendicasse la proprietà fin dal 1974.

Già sede del Capitano Regio, l’immobile fu destinato a essere residenza della duchessa Margherita d’Austria, figlia naturale dell’Imperatore Carlo V, nominata governatrice dell’Aquila dal Re Filippo II, suo fratellastro, di qui il nome.

I lavori furono appaltati dall’amministrazione civica nel 1573, che volle così attuare il progetto dell’architetto Giovanni Pico.

I primi contrasti tra enti risalgono al 1838, anno in cui la Provincia finanziò i lavori necessari per adibire lo storico edificio a Tribunale e, più precisamente, a sede della Gran Corte Civile e Criminale competente per i Tre Abruzzi.

Non a caso uno storico bar in corso Umberto, proprio accanto a palazzo Margherita, si chiamava fino al 6 aprile 2009 “Bar del Tribunale”.

Gli uffici giudiziari sono rimasti in piazza Palazzo lì fino ai primi anni Settanta, quando vennero trasferiti nella nuova sede, sempre di proprietà comunale, di via XX settembre, danneggiata nel 2009 e oggi ricostruita e ampliata.

Subito dopo che il Comune capoluogo ebbe recuperato l'edificio come propria sede ufficiale, la Provincia dette avvio alla vicenda giudiziaria, nel corso della quale il Tribunale sentenziò, nel 1983, in favore dell’amministrazione provinciale, condannando il Comune allo sgombero dell’ edificio.

L’appello del Comune, rappresentato come anche in primo grado dall’avvocato Egidio D’Angelo, al quale nel corso del tempo sono succeduti gli avvocati Luciano Torelli e, da ultimo, Domenico De Nardis, ha indotto la Corte d’Appello, con la sentenza del 2005, a ribaltare la sentenza di primo grado, assegnando palazzo Margherita all’amministrazione civica.

La Corte di Cassazione nel 2011 ha confermato in maniera definitiva quella decisione, sigillata senza più chance di riapertura con l’ultima ordinanza di rigetto del 2015.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

L'AQUILA: VIA LAVORI A PALAZZO MARGHERITA, ''500 GIORNI PER RIAVERE LA CASA PUBBLICA''

di Alberto Orsini
L’AQUILA - Cinquecento giorni, si spera, per riavere ricostruito palazzo Margherita, storico municipio dell’Aquila pesantemente danneggiato dal terremoto del 6 aprile 2009, e che per una serie di intricate vicende burocratiche da 7 anni e mezzo,... (continua) - VIDEO  

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui